SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Mantenere la neutralità, fornire aiuti sul terreno, nessuna importazione di possibili islamisti e autori di violenze.

– L’Afghanistan è stato un focolaio di conflitto per decenni. In nessun caso il Consiglio federale deve lasciarsi trascinare in questo conflitto. Dovrebbe mantenere una rigorosa neutralità. Solo attraverso la moderazione della politica estera la Svizzera può fungere da mediatore e fornire buoni servizi per tutti.

– L’asilo dovrebbe essere concesso solo ai rifugiati la cui vita è minacciata. È più efficace fornire aiuto sul posto e nei paesi circostanti. Al momento, la situazione in Afghanistan non è comunque chiara. Resta da vedere come procederà il cambio di potere e cosa produrranno i negoziati internazionali.

– Ciò che l’UDC rifiuta fermamente sono le quote dei rifugiati. Sarebbe un invito per centinaia di migliaia di afghani a venire in Svizzera, a venire in Europa. Siamo anche contro l’asilo à la carte: che i rifugiati afgani vengano in Svizzera attraverso diversi paesi terzi sicuri per ottenere migliori prestazioni sociali. Si tratta anche di una minaccia per la sicurezza della popolazione svizzera: flussi d’asilo incontrollati portano in Svizzera anche islamisti, criminali violenti e persone non integrabili.